Lo smartphone diventa
un tatuaggio

DuoSkin-2

Lo smartphone diventa
un tatuaggio

Il futuro, o almeno quello che conosciamo attraverso autori visionari di romanzi, film o serie tv, è molto più complicato e affascinante di quello creato dalla fantasia dell’uomo.
Basti pensare alla rivoluzione che, tra qualche anno, subirà il concetto stesso di dispositivo mobile. Sta per cambiare tutto, infatti, stando almeno ai dispositivi ‘indossabili’ in fase di sviluppo presso i laboratori della Microsoft Research, grazie alla collaborazione di un gruppo di studenti del MIT Media Lab. Si tratta di veri e propri tatuaggi, in lamina d’oro, che trasformeranno la pelle di chi li indossa nell’interfaccia utente del proprio smartphone (ma anche di altri device), grazie all’integrazione di un chip NFC.
Sembra follia, ma la nuova tecnologia, chiamata “DuoSkin”, questo farà. In pratica, da questi dogli in lamina d’oro chiunque può ricavare i circuiti conduttivi desiderati con l’ausilio di un software di graphic design. In questo modo, tutti potrebbero realizzare a casa propria e velocemente dei semplici ed economici dispositivi indossabili.
Secondo gli ideatori di questa tecnologia, non ci saranno costrizioni in termini di design (ognuno potrà realizzare il disegno che desidera), con la promessa di poter controllare i propri device mobili, di visualizzare informazioni e memorizzare dati propria loro pelle. Addio, quindi, al vecchio smartphone… Quello che rimarrà sarà una decorazione cutanea personalizzabile e “user friendly”, mentre il box con l’hardware principale semplicemente sparirà in fondo a una tasca o a una borsa. L’intenzione di questi studenti è testare la durata nel tempo di diversi materiali e un metodo di stampa che consenta a tutti di produrre dispositivi ‘indossabili’ economici, seguendo delle semplici istruzioni.
Già a disposizione per i primi test alcuni prototipi. Tra gli altri, un bracciale per controllare la riproduzione musicale sullo smartphone via Bluetooth che, connettendosi a una scheda elettronica Arduino nascosta all’interno della manica dell’utente, rileva i comandi touch sul bracciale e li trasmette al telefono. Gli studenti hanno testato il dispositivo su un gruppo di volontari per capire quanto possa essere intuitivo l’utilizzo di DuoSkin da parte di utenti con attitudini ed esperienze differenti. Ogni partecipante ha disegnato una variante personalizzata del bracciale per il controllo della musica e tutti hanno riferito che è abbastanza facile utilizzare questa tecnologia.
Fra gli strumenti necessari per realizzarlo, il più costoso è un cutter elettronico da 230 dollari, mentre una confezione di lamina d’oro costa 10 dollari e un tag NFC non supera i 2,50.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.